Pinscher Nano: descrizione e carattere

Il Pinscher nano è un cane (come dice il nome stesso) di piccola taglia. Si tratta di un vero e proprio cane in miniatura dal momento che, pur conservando in tutto e per tutto le caratteristiche degli altri Pinscher, un esemplare maschio e adulto può raggiungere al massimo i trenta centimetri di altezza, e un pesa all’incirca cinque chilogrammi.

Il pelo di un Pinscher può essere di colore nero, marrone o rosso e negli esemplari migliori esso appare dritto, duro, molto lucido e aderente al corpo. Questo cane ha una testa molto piccola di forma allungata sulla quale campeggiano due grandi occhi scuri, a mandorla. Le orecchie sono anch’esse grandi, generalmente piegate. In passato alcuni tendevano ad ovviare a questa caratteristica del Pinscher, considerata antiestetica, tagliandole per farle diventare dritte; allo stesso modo gli veniva mozzata la coda.

Oggi questa pratica non solo non è più contemplata, ma anche condannata. Il suo corpo appare muscoloso, dinamico, forte e resistente. Nel complesso l’animale appare ben proporzionato, armonico, esteticamente piacevole.
Per quanto riguarda il suo carattere, non si può dire che il Pinscher sia un cagnolino docile, a dispetto delle dimensioni mini. Certamente egli appare vivace, allegro e giocherellone, soprattutto con i suoi padroni.

Tuttavia questa sua iperattività può facilmente trasformarsi in un comportamento aggressivo con estranei e molti cani. Proprio per questo si consiglia di addestrarlo fin da cucciolo e soprattutto di farlo socializzare il più possibile con altri cani e altre persone. Nei confronti del padrone, come abbiamo già potuto vedere, dimostra una grande affettività. Il Pinscher è anche un cane molto sensibile alla solitudine: se lasciato troppo a lungo da solo può soffrire in maniera indicibile e piangere e lamentarsi per lungo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *