Pannelli led 60×60: Quale e perchè scegliere un pannello led 60×60

I pannelli LED 60×60 sono adatti all’installazione nei controsoffitti con moduli 60×60 e sono diffusi per sostituire le vecchie plafoniere al neon.

Scegliere  pannelli LED 60×60 rappresenta una bella opportunità di risparmio sul costo della bolletta per l’energia elettrica, visto il bassissimo consumo di energia a parità di Lumen generati.

La tecnologia LED abbatte anche i costi di manutenzione, genera una luce di qualità maggiore rispetto alle vecchie tecnologie, produce poco calore ed è ecocompatibile.

Insomma, l’acquisto di pannelli 60×60 LED per l’illuminazione dei nostri locali (commerciali, industriali ed anche residenziali) è un bel favore per le nostre tasche, rende la vita più comoda e fa anche bene all’ambiente.

L’installazione è molto semplice in quanto i pannelli vengono incassati nelle griglie già esistenti dei controsoffitti di questo tipo.

Esistono anche pannelli LED, solitamente con cornice metallica, da usare a sospensione e che non necessitano di controsoffitto.

Queste soluzioni sono maggiormente eleganti e particolarmente adatte all’impiego in uffici o anche in ambito domestico.

Sul mercato dell’illuminazione si possono trovare apparecchi che hanno caratteristiche diverse da modello a modello. Vediamo quali sono le cose che bisogna conoscere per acquistare i migliori pannelli LED 60×60.

Efficienza Energetica

Nel momento in cui acquistiamo un pannello 60×60 abbiamo bene in mente l’ambiente che intendiamo illuminare, ma di conseguenza dovremo scegliere correttamente il livello di illuminazione necessario per ottenere un risultato adeguato alle mansioni svolte ed il tipo di ambiente secondo normativa.

Con I pannelli LED 60×60 a parità di Lumen si avrà un consumo di meno di un terzo a confronto con tecnologie tradizionali di lampade a scarica o tubi neon.

Le nuove etichette energetiche presentano una scala di valori che va da A++ ad E. Una pannelli LED incasso 60×60 sarà sempre caratterizzata da un’efficienza energetica di classe A, quindi A, A+ oppure A++, garantendoci sul fatto che stiamo acquistando comunque un prodotto ad alta efficienza energetica.

Ma quale?

A prescindere l’etichetta il miglior confronto da fare è tra i watt assorbiti ed i lumen emessi. Con l’efficienza luminosa non ti potrai sbagliare con i confronti prima dell’acquisto di un pannello led 60×60.

Valori bassi di efficienza luminosa con pannelli led sono 80 lumen/watt, valori medi 130-150 lumen/watt, valori alti 180-200 lumen/watt.

Temperatura di colore dei panelli led

Questo parametro è particolarmente importante per scegliere quale luce bianca fare emettere al pannello LED 60×60. Esistono fondamentalmente 3 temperature colore differenti (la sigla K indica i gradi Kelvin):

  1. Luce bianca calda (minore di 3.300 K)
  2. Luce bianca neutra (tra 3.300 e 5.300 K)
  3. Luce bianca fredda (maggiore di 5.300 K)

In genere la luce bianca calda risulta più adatta ad ambienti residenziali, dove è necessario si illuminare, ma anche creare un’atmosfera più ovattata, calda appunto.

La luce bianca fredda, invece, è più adatta ad illuminare ambienti dove precisione e attenzione ai dettagli sono particolarmente importanti, per esempio in un capannone industriale.

I pannelli 60×60 LED a luce bianca neutra sono perfetti per un locale commerciale, uno showroom e così via, dove è necessario che tutto sia perfettamente illuminato ma in un contesto curato ed elegante.

Indice di resa cromatica

Come si può facilmente evincere, l’indice di resa cromatica indica la capacità di una fonte illuminante di restituire, di rendere, i colori naturali dell’oggetto illuminato.

Nel caso, per esempio, in cui si voglia acquistare pannelli a LED 60×60 per un’attività commerciale sarà necessario scegliere un prodotto con un alto indice di resa cromatica, quindi capace di mettere maggiormente in risalto i prodotti esposti, mentre se i pannelli 60×60 LED sono necessari ad illuminare un magazzino, un box e così via, allora questo parametro può essere considerato meno importante.

Livelli di Abbagliamento (UGR)

Altro punto importante in una soluzione come i pannelli led 60×60 che ha applicazioni primariamente in ambito lavorativo, sono i livelli di abbagliamento del dispositivo. Essi vengono definiti nella normativa per l’illuminazione nei luoghi di lavoro in ambienti interni la famosa uni 12464-1 e variano da settore a settore, tipo di mansione e ti di ambiente.

Durata e Manutenzione dei Pannelli LED 60×60

Infine come ultima caratteristica che andremo a vedere prima di acquistare dei pannelli led 60×60 è la durata correlata alla manutenzione.

La vita utile di un pannello led 60×60 va dalle 30000 alle 100000 ore.

Le plafoniere neon non passavano le 15000 ore di funzionamento.

Nell’arco degli anni la manutenzione dell’impianto di illuminazione può venire a costare parecchio. I pannelli LED 60×60 se di lunga durata come ad esempio 100000 ore possono ridurre il numero di interventi da migliaia a poche unità.

Ad esempio avendo circa 12 uffici con su 8 plafoniere 60×60 con tubi neon per ogni ufficio, avremo complessivamente 96 plafoniere.

Alla manutenzione ( max ogni 2-3 anni )avremo per i tubi fluorescenti 96 interventi.

Nel caso di plafoniere con alimentatore integrato avremo una durata media di 50000 ore mentre in sistemi di illuminazione con pannelli led 60×60 con alimentatore centralizzato in bassa tensione si possono passare le 100000 ore.

I pannelli led con alimentatore integrato necessitano la sostituzione ogni 8-10 anni contro i 2-3 delle plafoniere neon. Quelli con alimentazione centralizzata devono semplicemente sostituire ogni 8-10 anni l’alimentatore passando i 22 anni di funzionamento a 12 ore al gg in media.

Ricapitolando ogni 2-3 anni si sostituiscono quelle neon, ogni 8-10 quelle led con alimentatore integrato e sempre ogni 8-10 solo gli alimentatori centralizzati.

Nell’arco di 20 anni avremo

  • per i neon 7 manutenzioni x 96 punti luce 36000 Euro solo manodopera
  • per i LED con alimentazione integrata 96 + 96 + 96 interventi + 96 + 96 + 96 dispositivi 14400 euro solo manodopera
  • per i LED con alimentazione centralizzata 96 + circa 20 per i 10 alimentatori ogni 10 anni. 5800 euro solo manodopera

Risulta palese che conviene selezionare i pannelli led 60×60 con alimentatore centralizzato. In esse il costo in 20 anni solo di manodopera è meno della metà ed avremo 96 dispositivi + 20 alimentatori contro 96×3 dispositivi.